NUOVA ZELANDA FLY & DRIVE

DURATA 19 giorni / 16 notti

1° giorno: ITALIA  - AUCKLAND
Partenza con voli di linea per Auckland. Pasti e pernottamento a bordo.
 
2° giorno: AUCKLAND
All’arrivo trasferimento libero in hotel, sistemazione e pernottamento.
"L'ottava meraviglia del mondo". così la definì Kipling nel descriverla. La Nuova Zelanda rappresenta la poliedricità in assoluto: le sue due isole, North Island (Isola del Nord) e South Island (Isola del Sud), di fronte all'Australia meridionale, sono uno dei tre vertici del mondo polinesiano, il paese più popolato, forse anche quello più moderno, ma senz'altro il più atipico dell'intero Pacifico. Un territorio che unisce i riflessi argentei dei laghi alpini, al mare più profondo che lo circonda completamente; tranquilli scenari di pascoli verdi, punteggiati di pecore, le numerose pecore neozelandesi, a instabili territori tempestati da geyser e soffioni; maestosi picchi innevati e solitari, a vulcani ancora in piena attività; strade lunghe e deserte che attraversano foreste tropicali intricate ed in parte ancora inesplorate a moderne e vivaci città. Soprattutto, però, è la terra dei Maori: popolo antico, rispettoso delle proprie tradizioni e dalla cultura più genuine, che la popolano da circa 12 secoli e ad essa legati da un cordone naturale mai spezzato, che convivono con le popolazioni immigrate di origine quasi sempre inglese.
 
3° giorno: AUCKLAND
Intera giornata libera a disposizione. Pernottamento.
 
4° giorno: AUCKLAND - WHITIANGA/COROMANDEL PENINSULA
Ritiro auto a noleggio presso l’ufficio cittadino. Partenza self-drive per la Penisola di Coromandel. La penisola si raggiunge da Auckland in un paio d'ore. E' caratterizzata da foreste rigogliose, incantevoli baie, villaggi poco abitati e lunghe spiagge disabitate. La più interessante è Hot Water Beach, dove un’infiltrazione d’acqua calda permette di scavare personali pozze termali di grandezza variabile secondo le forze di chi le scava!
Sistemazione e pernottamento.
 
5° giorno: WHITIANGA/COROMANDEL PENINSULA - ROTORUA
Partenza self-drive per Rotorua, lungo la strada costiera. Si ammira l'alternarsi di paesaggi di piccole baie, spiagge e foresta tropicale.
A Sud di Auckland, è sicuramente la meta turistica più visitata dell’Isola del Nord, particolarmente interessante sia dal punto di vista geologico e morfologico che da quello etnologico, è infatti sede della più grande comunità Maori della Nuova Zelanda moderna. 
 
6° giorno: ROTORUA
Intera giornata libera a disposizione.
Assolutamente da non perdere è la visita del Cultural Centre Maori e del parco geologico dei geyser di Whakarewarewa, vi è il geyser Pohutu che erutta circa ogni ora. Vi sono curiose pozze di fango bollente, cristalli di zolfo, laghi blu cobalto e infinite fumarole. Al villaggio, poco distante, piscine d’acqua calda che i Maori utilizzano da sempre per cucinare e ovviamente per rilassarsi, da provare! Per la sera: una classica cena Hangi con spettacolo di danze Maori, la più genuina è quella del Cultural Centre ma, molti alberghi ormai ne organizzano una. Un'escursione al lago Tarawera diventa poi un vero tuffo nel passato. Durante l’800, il villaggio di Tarawera era la meta turistica per eccellenza, ma l’improvvisa eruzione del vulcano ha totalmente distrutto il villaggio vicino, creando contemporaneamente il lago attuale. Altra meta assolutamente obbligata è la zona termale di Wai o Tapu (lungo la strada per Taupo) dove è possibile sbizzarrirsi tra pozze dai colori più incredibili, verde mela, arancione, gialle... il geyser Lady Knox erutta una sola volta al giorno, verso le 10.30, con uno spruzzo di oltre 20 mt.
 
7° giorno: ROTORUA – LAGO TAUPO - TONGARIRO NATIONAL PARK
Partenza self-drive verso sud, fino a raggiungere il Lago Taupo, formatosi in seguito ad un'importante eruzione vulcanica. Si raggiunge in seguito il Tongariro National Park. 
Questo maestoso parco, formato in gran parte da coni vulcanici alcuni dei quali ancora attivissimi, come il famoso Ruapehu, è la meta ideale per appassionati di trekking, amanti della natura e della geologia. Alcuni sentieri godono addirittura di fama mondiale per la bellezza del paesaggio. D’estate i fianchi delle montagne offrono lunghe passeggiate tra boschi di felci e zone rocciose, d’inverno si trasformano nella zona sciistica più importante dell’isola del Nord.
Pernottamento previsto nel piccolo villaggio di Whakapapa.
 
8° giorno: TONGARIRO NATIONAL PARK - WELLINGTON
Partenza self-drive lungo la strada 47, costeggiando la Taraua Forest fino a raggiungere Wellington, la capitale Neozelandese. Posta all'estremo sud dell'Isola del Nord, è conosciuta per il suo freddo clima invernale, causato dai venti antartici che soffiano nello stretto di Cook. D'estate, invece, diventa un centro piacevole, anche se meno animato di Auckland. E' il punto di partenza del traghetto e dei catamarani che collegano quotidianamente l'Isola del Nord all'Isola del Sud. Di solito da Wellington si parte velocemente per l'Isola del Sud ma, soprattutto dopo le recenti ristrutturazioni, è possibile scoprire una città affascinante, raffinata, ricca di 'storia', vivace e attiva. Le sue ridotte dimensioni permettono poi di visitarla a piedi senza problemi. 
 
9° giorno: WELLINGTON - PICTON – NELSON
Mattinata a disposizione per visite libere. Si procede quindi con l’auto verso il porto, dove è previsto il rilascio. Imbarco (solo passeggeri) sul traghetto. La nave attraversa lo stretto di Cook passando per il Queen Charlotte Sound fino a giungere a Picton., un'antica stazione di balenieri. Sbarco a Picton, ritiro dell’auto a noleggio, quindi partenza self-drive per Nelson. Sistemazione e pernottamento.
 
10° giorno: NELSON - NELSON LAKES NATIONAL PARK - NELSON
Intera giornata libera a disposizione per la visita di Nelson Lakes National Park.
La zona settentrionale dell'isola del sud è dominata da una ricchezza di paesaggi spettacolari. Tra le aree protette più interessanti del nord rientrano i parchi nazionali Abel Tasman e Kahurangi, ma soprattutto il Nelson Lakes National Park. L'area protetta, che si estende per quasi 1000 kmq sulle propaggini settentrionali delle Southern Alps, mostra tutta la bellezza dell'isola del sud: cime innevate e ghiacciate, boschi fitti, cascate scroscianti e laghi limpidi. Lascia addirittura senza fiato la straordinaria bellezza del parco intorno ai due grandi laghi: il lago Rotoroa e il lago Rotoiti. Alla conclusione dell'era glaciale le valli e le depressioni scavate da ghiacciai si riempirono di acqua di fusione, dando vita ai molti laghi del parco, che oggi sono un'attraente meta per i pescatori, per gli appassionati di sport acquatici e per gli escursionisti. Il Nelson Lakes è attraversato da una fitta rete di sentieri, il più impegnativo il Travers Sabine Circuit Track lungo 79 km, che richiede 6-8 giorni per essere completato! 
 
11° giorno: NELSON - KAIKOURA
Partenza delf-drive per Kaikoura. Questa località divenne famosa nel XIX secolo come centro della caccia alle balene. Incorniciata dalle montagne costiere alte quasi 3000 mt, la baia è spettacolare ed è anche il luogo adatto per praticare il Whale Watching: si possonno infatti avvistare, proprio davanti alla costa, capodogli, orche e diverse sepcie di delfini che qui - grazie all'incontro di correnti marine calde e fredde - trovano acque ricche di nutrimento. Sopra la superficie del mare volteggiano invece albators con un'apertura alare di oltre 3 mt! Pochi km più a sud si raggiunge la Maori Leap Cave, splendida caverna ricca di stalattiti e stalagmiti. Sistemazione e pernottamento.
 
12° giorno: KAIKOURA - SOUTHERN ALPS - PUNAKAIKI
Partenza self-drive per Punakaiki, attraversando le Southern Alps Neozelandesi fino a raggiungere la costa dell’isola del sud. 
La catena montuosa della Alpi neozelandesi attraversa tutta l'isola del Sud da nord-est a sud-ovest. I ghiacciai che scendono dalle vette innevate verso valle hanno creato all'epoca delle grandi glaciazioni un fantastico paesaggio dominato da fiordi, laghi e fiumi. La catena montuosa è anche chiamata Southern Alps non a caso, dato che in molti aspetti assomiglia alle Alpi sia come forma delle vette sia come altezze: il Mount Cook non sfigurerebbe in Europa con i suoi 3764 mt. Le forme sono scoscese e frastagliate, i boschi caratterizzano lo scenario nelle zone di bassa quota e il ghiaccio e la neve dominano alle quote più elevate. Le Southern Alps si trovano ai margini di due imponenti placche, quella pacifica e quella indo-australiana: quest'ultima sprofonda al di sotto della zolla pacifica che si innalza formando rilievi imponenti come questa catena montuosa, la spina dorsale dell'isola del Sud. L'innalzamento continua ancora oggi, ma di soli pochi millimetri all'anno. Le Southern Alps creano un marcato confine climatico tra il versante occidentale, umido, e quello orientale, più secco, e costituiscono la regione dove è possibile svolgere gli sport invernali. I bellissimi paesaggi delle alpi neozelandesi sono stati utilizzati per girare molti film del cinema tra cui anche la saga de "Il Signore degli Anelli".
Raggiunta Punakaiki, sistemazione e pernottamento. 
 
13° giorno: PUNAKAIKI - PAPAROA NATIONAL PARK - HOKITIKA - FRANZ JOSEF GLACIER
Di buon mattino, visita libera del Paparoa National park. 
Il parco nazionale si estende per 300 kmq e comprende il paesaggio carsico della Paparoa Range che si snoda parallela alla costa. Le sue maggiori attrazioni sono le Pancake Rocks e le Blowholes non lontane dalla località costiera del vostro pernottamento. 
Al termine, proseguimento per il Franz Josef Glacier. Tempo permettendo sosta a Hokitika. 
Questa attraente località si trova in una felice posizione tra il mare e le pendici delle southern alps e possiede numerosi punti d'interesse sia naturalistici che storici. Lo Hokitika Heritage Trail collega edifici storici importanti del XIX secolo come il vecchio porto che serviva la città mineraria. Si può visitare anche un'antica nave. All'epoca della corsa all'oro è dedicato anche lo storico museo all'aperto di Shantytown, città ricostruita dai cercatori d'oro e situata a 10 km a sud di Greymouth.
Sistemazione e pernottamento.
 
14° giorno: FRANZ JOSEF GLACIER - QUEENSTOWN
Di buon mattino, visita del Franza Josef Glacier. 
Il Franz Josef Glacier, la cui zona di accumulo è situata a oltre 3000 mt di altitudine, scende fino a raggiungere i 300 mt sul livello del mare. Qui la foresta pluviale che cresce lungo la costa arriva a lambire la lingua del ghiacciaio. Il ghiacciaio è un ambiente affascinante ma pericoloso pertanto si raccomanda di esplorarlo accompagnati da una guida. 
Si lascia la regione dei ghiacciai, valicando il passo Haast, verso Queenstown.
Bellissima cittadina situata sul Lago Wakatipu, circondata da maestose montagne. Si trova al centro della zona dei Fiordi, forse la più emozionante della Nuova Zelanda, ubicati all'estremo sud dell'Isola del Sud, in uno dei parchi nazionali più estesi del mondo: oltre 1.000.000 di ettari di montagne, intersecate da 14 lunghi fiordi. La fauna riunisce esemplari alpini e polari. Vi si possono incontrare daini e cervi, foche e pinguini.
Sistemazione e pernottamento.
 
15° giorno: QUEENSTOWN - MILFORD SOUND - QUEENSTOWN
ESCURSIONE INCLUSA AL FIORDO MILFORD SOUND, DI GRUPPO CON GUIDA PARLANTE INGLESE.
HIGHLIGHTS: Te Anau, Eglinton Valley, Mirror Lkes, Homer Tunnel, Fiordland National Park, Southern Discoveries Scenic Cruise, Knobs Flat, Christie Falls, The Chasm. PRANZO A BUFFET INCLUSO A BORDO DELLA CROCIERA.
Al centro del Parco si trova Milford Sound, su cui troneggia, con la sua perfetta forma triangolare, il Mitre Peak, considerata una delle montagne più belle del globo. Il Milford Sound è uno stretto fiordo lungo circa 16 km che si allunga profondamente tra le montagne dell'isola. Alte vette incorniciano la linea costiera di Te Wahipounami ergendosi verticali dall'acqua; fitte foreste pluviali ne coprono le pendici. Il Mitre Peak, alto 1692 mt, è tra i motivi più fotografati della Nuova Zelanda per la sua forma straordinariamente simile a una piramide. Nelle limpide e tranquille acque del fiordo si specchiano le vette dei monti delle Southern Alps. Sulla riva sud-orientale sorge la località di Milford, da cui appunto partono le molte barche per gite nel fiordo. Dal punto di vista zoologico è molto interessante il fenomeno della stratificazione delle acque: le abbondanti piogge fanno in modo che sulla superficie marina si formi uno strato di acqua dolce dello spessore di un metro così da permettere la convivenza di specie ittiche sia marine sia d'acqua dolce, negli stessi specchi d'acqua. 
 
16° giorno: QUEENSTOWN - WANAKA - LAKE TEKAPO
Partenza self-drive per Lake Tekapo, sosta consigliata a Wanaka.
Situata sulla punta meridionale del lago omonimo ed anche molto vicina al Mount Aspiring National Park, Wanaka assume un fascino molto particolare, orlata di salici e vette innevate. Interessante il Transport and Toy Museum, museo che ospita una raccolta di autoveicoli e giocattoli di circa tredicimila pezzi. Da Wanako si può visitare anche il Mount Aspiring National Park, cui si accede grazie ad una piccola strada che segue il Matukituki River. Si raggiunge poi tekapo, attraversando la "MacKenzie Country", meravigliosa strada panoramica caratterizzata dalle spettacolari alpi neozelandesi e numerosi laghi e fiumi di origine glaciale. Sistemazione e pernottamento.
 
17° giorno: LAKE TEKAPO - CHRISTCHURCH - AUCKLAND
Mattinata libera a disposizione. Il lago qui è caratterizzato da acque straordinariamente azzurre per la vicinanza ai ghiacciai, Si avrà la possibilità di effettuare il sorvolo panoramico (facoltativo, con supplemento in loco secondo condizioni climatiche) per ammirare il Monte Cook ed i ghiacciai Franz Josef (appena visitato) e Fox Glacier. 
Proseguimento self-drive per l’aeroporto di Christchurch, rilascio auto a noleggio.
Partenza con volo domestico per Auckland, all’arrivo trasferimento con shuttle gretuito dell’hotel, nei pressi dell’aeroporto. 
 
18° giorno: AUCKLAND - ITALIA
Trasferimento con shuttle gratuito, quindi partenza con voli di linea per l’Italia. Pasti e pernottamento a bordo. 

19° giorno: ITALIA
Arrivo in Italia e fine dei nostri servizi.
CONTATTACI     STAMPA ITINERARIO



  • Auckland
  • Whitianga/Coromandel Peninsula
  • Rotorua
  • Lago Taupo / Tongariro National Park
  • Wellington
  • Picton - Nelson
  • Nelson Lakes National Park
  • Kaikoura
  • Southern Alps - Punakaiki
  • Paparoa National Park - Hokitika - Franz Josef Glacier
  • Queenstown
  • Milford Sound
  • Wanaka - Lake Tekapo
  • Christchurch

Quota di partecipazione su richiesta con possibilità di personalizzare l'itinerario e i servizi. 

Sconti speciali e kit da viaggio per i viaggi di nozze.

Preventivi a booking@identityplus.it

Mezzi di Trasporto
  • Aereo
  • Automobile
Tipo di trattamento
  • Come da programma
Tipo di soggiorno
  • Volo + soggiorno + altri servizi